< LIBRI > < ARTICOLI > < CATALOGHI > < MUSICA > < INTERVISTE >


SULLA NASCITA DEL CINEMA SPERIMENTALE

INDICE:
 
Introduzione
1. Arnaldo Ginna e Bruno Corra: note biografiche
2. Arte dell'avvenire e le prime teorie sull'arte
3. Il "dramma di linee" e il "dramma cromatico"
4. La musica cromatica
5. La cinepittura e i film astratti del 1912
6. Dentro l'orbita futurista: Ginna e Pittura dell'avvenire
Note
Elenco delle tavole
Bibliografia
BIBLIO-FLASH:
 
Disponibile - Informazioni presso l'autore -
Loggia de'Lanzi Editori - Firenze 1998
Pagine: 64
Dimensioni: 17x12 cm
Stampato in 1500 copie
€ 7,00 - ISBN 88-8105-112-5
 
 

Download: "Introduzione" (33 kB)

Agli inizi del nostro secolo artisti giovani e poco conosciuti come Arnaldo Ginna, Bruno Corra e Leopold Survage favoriscono la nascita del cinema sperimentale lavorando su un territorio artistico che possiamo collocare fra cinema e pittura. Le loro ricerche sul cinema differiscono, per intensità e continuità, dall'interesse occasionale accordato al nuovo strumento da grandi artisti come Vasilij Kandinskij, Franz Marc, Pablo Picasso e Arnold Schönberg. In ogni caso quelle ricerche aprono un varco e segnano la nascita di un filone dell’arte d’avanguardia che negli anni successivi, e in particolare negli anni venti, avrà per quanto riguarda il cinema, una grande rilevanza storico ed estetica. Gli esperimenti di Arnaldo Ginna e Bruno Corra costituiscono un primo tentativo a livello mondiale di studio delle potenzialità espressive squisitamente artistiche del cinematografo o meglio la ricerca sperimentale di una fusione della pittura d’avanguardia con il nuovo e affascinante strumento tecnologico.


 ALTRE PUBBLICAZIONI