< LIBRI > < ARTICOLI > < CATALOGHI > < MUSICA >  < INTERVISTE >


Comunicare nel Tecnomondo

INDICE:
Capitolo 1
Premessa 1.1 Parole vitali
Introduzione 1.2 Parole cristallizzate
1.3 L'autore inesistente
I. Media e globalizzazione 1.4  Il linguaggio naturale
II. Uno sguardo dall'alto 1.5 Il dialogo interiore
III. Ego, informazione e stress 1.6  I media generano visioni
IV. La personalità artificiale 1.7 Lo spostamento del livello di realtà
V. Ridurre l'impatto Capitolo 2
VI. Mediato e immediato 2.1 Ipercorpo e ipermente
VII. Sonoro-visivo-tattile 2.2 Il Cyberspazio come non-luogo
VIII. Orale e interattivo 2.3 Hackers e Psyche Robot
2.4 Cyberculture e Futurismo
2.5 Interazione e solitudine
2.6 Tecnomondo ed estasi
Bibliografia
BIBLIO-FLASH:
 
Disponibile - Informazioni presso l'autore -
Palladino Editore - Campobasso 2002
Pagine: 160
Dimensioni: 21x13,5 cm
Stampato in 500 copie
€ 14,00 - ISBN 88-8460-017-0
 
 

La Tv a bassa definizione implica una società opulenta, un consumismo sfrenato, condizioni sociali e individuali squilibrate e ritmi massacranti sul piano esistenziale. Lo sviluppo dei media digitali potrebbe mettere degli argini produttivi ed energetici alla dissipazione consumistica, maturata a partire dal secondo dopoguerra, anche perché l'accento è ora posto sull'informazione più che sul prodotto. Il consumismo è paradossalmente antieconomico ed è troppo costoso in termini umani, ambientali ed esistenziali; l'informazione invece è ecologica e il bisogno di consumare e godere potrà essere per molti tipi di beni del tutto virtuale.

La rivoluzione digitale dei media, tuttavia, accentua la freddezza nelle relazioni umane e porta con se molti problemi ancora da valutare con attenzione. La tecnologia digitale effettivamente cede bottoni di comando e scelta all'utenza ma l’interazione ha un prezzo molto alto. Un prezzo che è ovviamente l'utente a pagare. Di che si tratta? Si tratta di solitudine e delle sue conseguenze individuali e sociali. La solitudine dell'epoca digitale è l'anticamera nella quale sarà possibile compiere un altro dei colpi bassi dell'evoluzione dei media: dopo lo smantellamento delle etnicità, frutto della globalizzazione, si proverà a smaterializzare l'individuo. In che modo? In questo libro Terzano, senza conformarsi alle opinioni dominanti, delinea un pensiero critico nei confronti dei mass-media, come sono stati immaginati e forgiati finora, e rilancia il valore umano, cognitivo e terapeutico della comunicazione orale e immediata fra gli esseri viventi.


 ALTRE PUBBLICAZIONI